Caroni

Caroni

La distilleria Caroni nacque più di cent'anni fa come una delle tante realtà di lavorazione delle ottime melasse di canne da zucchero di Trinidad, l'isola più meridionale dei Caraibi. La leggendaria distilleria Caroni ha cessato la sua attività nel 2002, dopo un lungo periodo di produzione iniziato a Trinidad nel 1918, lasciando Angostura come unica distilleria attiva sull’isola. Le riserve di questo superbo Rum sono diventate particolarmente ambite dagli imbottigliatori indipendenti per il carattere ricco e speziato, dando luogo a una vera e propria caccia al tesoro per accaparrarsi i vecchi barili. Ed è proprio a Luca Gargano, che nel 1983 entra in Velier acquistandone una quota assieme al fratello Paolo, che si deve la scoperta di alcuni degli ultimi barili prodotti dalla Caroni. Luca, nell’ottobre del 2004 si reca nei Caraibi per visitare la sede della storica distilleria di Trinidad. Pochi mesi più tardi, alcuni di quei barili furono mandati in Italia per essere valutati e analizzati dal punto di vista qualitativo. I Rum risultarono eccellenti, e si decise di imbottigliarli a pieno grado per mantenerne l’equilibrio. Fu l’inizio di un nuovo marchio e di una linea di Rum che conservano il respiro di un’epoca che non c’è più. Sono Rum ricchi di storia, aromi e profumi che non verranno mai più prodotti. È in questa maniera che oggi rivive l’antica e storica distilleria Caroni, nata nel 1918 e non più operativa dal 1993: in tutte quelle etichette in cui campeggia il nome “Caroni”, ritroviamo un pezzo di storia, di quella che è stata una distilleria mitica, come mitici sono i Rum che ha prodotto, tra i pochi a essere stati distillati e invecchiati interamente nei Caraibi.

1 Prodotto/I

per pagina

Griglia  Elenco 

Imposta ordine discendente

1 Prodotto/I

per pagina

Griglia  Elenco 

Imposta ordine discendente